copertina approfondimento cancelli automatici

Ciao, nell’approfondimento tecnico di oggi vedremo insieme:

  • Come sopperire alla mancanza del franco di sicurezza

  • Come funziona la tecnologia a encoder

  • Il cavo per automazione
  • News dal mondo GIBIDI

Pronto?

Partiamo subito!

Come limitare il rischio di uncinamento

Oggi esaminiamo un caso particolare della messa a norma dei cancelli scorrevoli: come minimizzare i rischi di inserimento di una mano quando manca il franco di sicurezza tra cancello e colonna.

Infatti, quando il franco di sicurezza è inferiore a 8 mm, esiste un grosso pericolo di convogliamento in apertura.

La soluzione, ovviamente, c’è e può essere meccanica o elettronica.

Noi di SEGEMA consigliamo la soluzione con dispositivi elettronici, grazie a delle barriere infrarosso che impediscono qualsiasi contatto con l’anta.

Ne sono un ottimo esempio le LIGI.

Queste barriere formano una rete con raggi distanti 45 mm, che impediscono di avvicinare anche una sola mano al cancello.

Questo incredibile dispositivo, quindi, evita due grossi pericoli:

  • quello di uncinamento in apertura e chiusura dovuto al design dell’anta

  • quello di convogliamento nel franco di sicurezza se minore di 8 mm

VUOI UN PREVENTIVO PER LE BARRIERE LIGI?

CONTATTACI

Come funziona la tecnologia a encoder

L’encoder è un dispositivo presente in molti operatori, sia scorrevoli sia a ante. Normalmente gira sull’albero motore, e può essere ottico o magnetico.

tecnologia-encoder-gibidi

Il suo funzionamento è semplice da capire.

Facciamo l’esempio di un cancello scorrevole.

Il cancello si apre in 20 secondi. In quei 20 secondi, l’encoder accende e spegne il raggio infrarosso diciamo 10.000 volte; quini, una centrale che sa leggere l’encoder sa che in quei 20 secondi dovrà ricevere questi 10.000 impulsi.

TEMPO N. IMPULSI
20 secondi 10.000

Non solo: sa anche che a metà corsa (10 secondi) ne dovrà ricevere 5.000 .

Se passati 10 secondi ne conta solo 3.000, la centralina riconosce che qualcosa ha bloccato il cancello e quindi che c’è un ostacolo, e reagirà di conseguenza.

TEMPO N. IMPULSI ESITO
10 secondi 5.000 OK
10 secondi 3.000 OSTACOLO!!!

Ovviamente è una descrizione semplificata dell’encoder, che ha un funzionamento molto più complesso. Ma si riesce comunque a capire perché la tecnologia a encoder è la sola a riuscire a rispettare esattamente i parametri dell’anti-schiacciamento.

I cavi per automazione

Abbiamo fatto anche un articolo sull’argomento che ha riscosso successo, e per un prodotto che merita pienamente l’interesse dei professionisti.

cavo-per-automazione
Vai all’articolo “Il cavo perfetto per l’automazione”

Il cavo di automazione ha caratteristiche tecniche uniche di flessibilità e resistenza agli agenti atmosferici che il resto dei cavi in circolazione non può assolutamente garantire.

Esiste in diversi tipi di configurazione, per alimentare:

  • motori

  • operatori

  • dispositivi di comando

  • dispositivi di sicurezza

CERCHI CAVI PER AUTOMAZIONE?

Puoi trovarli sul nostro sito SHOPSEGEMA.IT o direttamente nel nostro negozio in via Quarto Sant’Antonio 48 a Marino.

Acquista
Dove siamo

News GIBIDI

La news di oggi, del mondo SEGEMA e dei suoi partner, è sicuramente la nuova agenzia di riferimento GIBIDI per il centro Italia, costituita dai nostri amici Mauro Angelini e Andrea Raffaelli.

Noi, come Centro Assistenza Ufficiale GIBIDI, supporteremo dal punto di vista tecnico Mauro, Andrea e tutti quei distributori e installatori che vorranno entrare a far parte di questo progetto.

Non perdere l’opportunità di usare un marchio italiano con prodotti di una qualità unica nel settore automatismi.

 

 

 

Per oggi è tutto, buon lavoro da tutto il team SEGEMA!

Commenti

One Comment

  1. […] rilevamento dello spazio fa affidamento a dispositivi come l’encoder (di cui abbiamo già parlato QUI). Con l’apprendimento dello spazio, la centrale sa esattamente, in ogni momento, dove si trova […]

Leave A Comment

Vuoi un preventivo o maggiori informazioni?

CONTATTACI